Pubblicato da il 18 set 2013 in Eugenio G.T. | 1 commento

5 artisti che valgono 10.

5 artisti che valgono 10.

Ho una cara amica che molto spesso mi invia degli ‘share’ che partono da un blog che ho imparato ad apprezzare molto anche in virtù di un ‘attenzione particolare che esso dimostra per la fotografia. Si tratta de ‘Il Post‘. Da qui ho raccolto i riferimenti a 5 autori, fotografi, i quali estendono la loro ricerca in direzione, tra gli altri progetti del ‘doppio’. Io ve li riporto as-is, citandovi i nomi ed i siti web dei medesimi. Traetene voi le considerazioni, secondo me vale la pena almeno di osservarne quelli che sono gli esiti. Nel complesso mi attrae il fatto che un numero di certo consistente di artisti hanno avvicinato la riflessione sulla persona, sul ritratto non solo fotografico, partendo dalla ricerca del doppio, qualunque sia la sua natura.
Francois Brunella ritrare sosia: http://francoisbrunelle.com/

Hana Pesut scambia i vestiti dei soggetti fotografati. Spiazzante! http://sincerelyhana.com/

Irina Werning compie il miracolo inseguendo e fotografando decine di anni dopo le medesime persone in luoghi identici o molto simili. Da qui ho iniziato la ricerca: http://irinawerning.com/index.php?/bttf2/back-to-the-future-2-2011/

Jocelyn Allen si mette nei panni (lo fa davvero!) delle proprie relazioni affettive, di natura familiare o meno: http://www.jocelynallen.co.uk/index.php?/projects/one-is-not-like-the-other/

Carra Sykes infine torna alle proprie origini facendo ciò che mi pare un archetipo della rappresentazione in doppio, ovvero si mette nei panni della propria madre… anzi, mette la propria madre nei propri, di panni! Qui: http://carrasykes.com/MOTHER-DAUGHTER

Altri?

 

1 Commento

  1. Ecco, giust’appunto. Invero un’artista che mi piaceva molto la quale lavora sempre sul tema del doppio è questa Ugne Henriko (http://ugnehenriko.co.uk/). Nella seria Mother and Daughter si mette nei panni della madre, fotografata anni prima quando aveva la medesima età dell’artista oggi, e ripropone immagini situate in contesti quanto più somiglianti possibile a quelli presi a riferimento. Fortemente suggerita: http://ugnehenriko.co.uk/mother-and-daughter

Rispondi