Pubblicato da il 29 nov 2018 in A colloquio con la redazione | o commenti

a cosa servono le macchine fotografiche?

a cosa servono le macchine fotografiche?

Gentilissimi della redazione,

Vi acquisto con regolarità dalla prima metà degli anni 1980! Pur senza essere stato mai abbonato se non per un periodo a Classic Camera.

Ho sentito la “necessità” di scrivervi queste righe come considerazioni tra amici al bar.

Ma con le fotocamere la gente cosa ci fa? le foto? i video? O  usa le fotocamere come succedaneo della consolle della Play Station! In coincidenza della comparsa delle recenti mirrorless Canon e Nikon se ne sono viste e sentite di tutti i colori! considederare gravi difetti carenze che non hanno nulla a che fare con la fotografia. Le fotocamere servono a fare foto, e farle belle e bene (qualcuno si ricorda le Leica e telemetro o le Hasselblad a pellicola, non “facevano nulla”, ma assecondavano il fotografo a fare foto splendide se il fotografo aveva le idee giuste!). Idem per gli obiettivi! Vengono criticati obiettivi strordinari come il Nikkor 50 f1,4G, poco cotrastato a tutta apertura, ma basta mettercelo, il contrasto! Non stiamo usando una diapositiva! Da quando sono passato nel club degli F1,4 (nikkor 28E, 50 G, 85 G) con Nikon D850, sono tornato ad una nuova gioventù fotografica, entusiasmo, voglia di sperimentare, gli obiettivi che forniscono immagini strepitose, tridimensionali, con qualsiasi luce. Una fotografia intima introspettiva, anche nel paesaggio, non solo nel ritratto ambientato. Che la crisi della fotografia non sia negli smartphone, ma nei troppi zoom? Con obiettivi F 2,8-4 le foto vengono diverse! In quanti blog e/o riviste viene ribadita l’ importanza delle ottiche fisse e luminose nel risultato finale? L’ importanza della cultura fotografica, sia tecnica che umanistica? Ho notato che anche la Z7 ha il modo A, ma il modo A, a lungo termine è un kara-kiri per le industrie. Quando le fotocamere erano manuali, tutti si sforzavano di fare belle foto, oggi c’ è il telefonino. Come si intuisce dal mio corredo non sono contrario alla evoluzione tecnologica, anzi, ma la tecnologia, “data in pasto in maniera acritica alle masse” causa il logoramento del bene stesso (vedi televisori, computer, parzialmente, i telefonini, ed ora, forse, anche la fotografia).

Speriamo che ci rimanga sempra la possibilità di poter fare immagini “umane” con attrezzi ad hoc progettati!

A proposito di educazione, che ne direste di una serie di articoli sul color management e profilatura delle stampanti (apprezzato il recente articolo sul i-One Studio) come si faceva una volta con i consigli per la camera oscura? Tornare a toccare le foto! Appenderle!!!!

Grazie della pazienza, se siete riusciti a leggermi fino a qui.

Con affetto e stima Luciano Giuliodori.

 

Rispondi