Pubblicato da il 14 nov 2014 in Francesco C. | o commenti

Calendario Pirelli: 50 anni e non sentirli

Calendario Pirelli: 50 anni e non sentirli

Si può dire così. Si deve dire così. Soprattutto per quello che è stato per mezzo secolo un appuntamento fisso, ricercato e collezionato, con la grande fotografia. Stiamo parlando del Calendario Pirelli, non un semplice calendario, il Calendario, The Cal, la cui prima edizione è targata 1964.

A Milano va in scena la prima grande mostra, se vogliamo è anche una retrospettiva, dedicata alla storia di questo che non è un comune calendario. Non lo è grazie a chi ci ha lavorato, chi ha immortalato le più grandi attrici e modelle di tutti i tempi: da Herb Ritts a Richard Avedon, da Peter Lindberg a Bruce Weber, da Peter Beard a Steve McCurry, da Patrick Demarchelier a Steven Meisel, solo per citarne alcuni.

L’esposizione, “Forma e Desiderio, The Cal Experience”, consta di 200 scatti dei più grandi fotografi contemporanei e si articola in 5 sezioni, non articolate secondo il periodo cronologico ma divise per temi: “L’incanto del mondo”, nella quale vengono presentate quelle fotografie che, almeno fino al 1972, venivano realizzate con l’intento di guidare lo spettatore attraverso due elementi fondamentali come il paesaggio e l’espressione delle modelle (Sarah Moon, John Claridge, Herb Ritts, Peter Lindbergh, Bruce Weber, Mario Sorrenti); “Il fotografo e la sua musa”, dove si analizza il rapporto del fotografo con il soggetto e le implicite citazioni a simboli, figure mitologiche e incarnazioni del passato (Arthur Elgort, Clive Arrowsmith, Annie Leibovitz, Joyce Tenneson, Karl Lagerfeld); “Lo sguardo indiscreto”, incentrata sulle immagini caratterizzate da un misto di provocazione, gioco, trasgressione, che segnano un altro degli elementi caratterizzanti l’identità stessa del Calendario (Harri Peccinotti, Terry Richardson, Mario Testino, Bruce Weber, Patrick Demarchellier); “La natura dell’artificio”, sezione dove vengono mostrate foto sperimentali, astratte, geometriche e dove la composizione “estrema” tenta di arrivare all’astrazione (Brian Duffy, Peter Knapp, Uwe Ommer, Barry Lategan, Nick Knight); “Il corpo in scena”, che analizza la combinazione tra modella e ambiente inteso come palcoscenico, set cinematografico o studio fotografico (Norman Parkinson, Bert Stern, Peter Lindbergh).

“Forma e Desiderio, The Cal Experience” sarà in mostra a Milano, Palazzo Reale dal 21 novembre 2014 al 22 febbraio 2015.

Hans Feurer 1974

Hans Feurer 1974

Uwe Ommer 1984

Uwe Ommer 1984

Peter Lindbergh 1996

Peter Lindbergh 1996

Richard Avedon 1997

Richard Avedon 1997

Herb Ritts 1999

Herb Ritts 1999

Bruce Weber 2003

Bruce Weber 2003

Mert Alas & Marcus Piggott 2006

Mert Alas & Marcus Piggott 2006

Vinoodh Matadin 2007

Vinoodh Matadin 2007

Peter Beard 2009

Peter Beard 2009

Steve McCurry 2013

Steve McCurry 2013

Rispondi