Pubblicato da il 15 apr 2018 in Filippo Crea | 1 commento

Celebri Foto/Vaccate

Celebri Foto/Vaccate

Le 1.099 definizioni della fotografia. Tutte acculturate, tutte mirate a sorprendere e tutte, o quasi, in netta contraddizione tra di loro. Anni fa vidi le fotografie firmate da Sandy Skoglund, e decisi che la fotografia raggiungeva talora il top del delirio. Ed oggi io posso girare un consiglio prezioso, fondamentale, a chi vuole acquisire fama di grande fotografo/artista: entrare in un negozio di quelli dove si vendono robe per il carnevale: maschere con tre occhi e senza bocca, elefanti inseguiti da centinaia di galline padovane, anguille multicolore che svolazzano a centinaia in un salotto borghese, oche rosse (a tre zampe, però) che passeggiano in via Monte Napoleone tenendo al guinzaglio modelle da 125 kili l’una.
Io non sono credibile? Allora fate così. Digitate sul web “Sandy Skoglund fotografia” e, come avviene per i grandissimi artisti, ci troverete decine e decine di dottissime recensioni a corredo delle sue fotografie.
E saprete che direzione prendere per diventare GAF (GGGrandissimo AAArtista FFFotografo). Ciao a tutti

1 Commento

  1. Dal mio punto di vista, pur non condividendo l’estetica della S-, non posso non riconoscere il fatto che sia sempre stata coerente con i suoi intenti, che tecnicamente sia capace di fotografare (evidentemente non in una osteria di notte a mano libera) e che abbia anche prodotto agli inizi della carriera qualche cosa di originale ed unico. La esorterei a non pensare che tutti coloro che vengono etichettati nel corso della propria vita artistica come ‘fotografi’ solo perché usano uno strumento fotografico ricadano nel suo paniere di capacità critica. Non sia così geloso nei confronti di chi fotografa. Ritengo altresì che attribuire alla fotografia il ruolo di ‘tara’ nei confronti del fare o del non fare cose differenti dalla prassi sia un demerito e preferisco personalmente lasciargli quella liberalità che può condurre tanto a esempi meritori quanto a diverse interpretazioni (non vaccate) che nessuno la obbliga a perorare. Grazie.

Rispondi