Pubblicato da il 20 apr 2020 in Uncategorized | 3 commenti

gli street photographers in mutande

gli street photographers in mutande

GLI STREET PHOTOGRAPHERS IN MUTANDE

Son dispiaciuto per i moltissimi cultori del “niente fotografico” che in tempo di Covid-19 annaspano disperati. PRIMA uscivano di casa e sparacchiavano a qualsiasi cosetta. Bastava aggiungerci un commentino acculturato. Ed era fatta!

Io, che non sono un’aquila, mi sono chiesto cosa avrei potuto fotografare nella mia cella reclusoria.

Ed ho risolto la cosa documentando la reclusione del mio (a)micio Matou, che è un immigrato algerino e che miagola in francese.

Sento già in platea le voci che mi urlano “6 un borghesuccio banale” e, però, tranquilli: io me ne frego.

 

DSC_7910

DSC_7732

DSC_6383

DSC_5368

DSC_5807

DSC_3963me ne frego.

3 Commenti

  1. perché considerare un genere fotografico che non ci piace un “niente fotografico” per mè tutto e’ fotografia..ogni fotografo usa la sua sensibilità esprimendola dove e come crede. W la fotografia

  2. Ciao Matou !!

  3. Bellissimo Gatto! :-)

Rispondi