Pubblicato da il 11 mag 2020 in Filippo Crea | o commenti

grazie, molto gentile …

grazie, molto gentile …

CINQUE FOTOGRAFIE DA FARE IN VACANZA

Italiani, popolo di santi, di poeti, di navigatori”. E’ una frase pronunciata da Mussolini nel 1935 e poi incisa su quattro facciate del Palazzo della Civiltà e del Lavoro, all’Eur di Roma.

Una definizione che negli anni successivi, crebbe cosi: “…di mangiatori di spaghetti, di sovranisti, di criminologhe bionde, di palazzinari, di politologi, di burosauri, di infettivoligi e di…

Ed anche, e soprattutto, di sedicenti docenti di fotografia. Ho letto l’altro ieri di uno di questi foto/opinionisti, titolare di un negozio di fotografia nel varesotto, di un suo video, credo su <you tube>, titolato “CINQUE FOTOGRAFIE DA FARE IN VACANZA”. Ecco l’incipit “state per andare in vacanza o siete già in vacanza e non sapete che foto fare?”>.

L’autore non crede che scrivendo una robetta del genere, offende l’intelligenza di chi è fotografo e di chi non lo è? -

Ma in fondo al blog ecco l’offerta generosa “se non lo sapete contattatemi e vi spiegherò tutto e per bene

A tutti cordialità assortite.

Rispondi