Pubblicato da il 3 feb 2020 in Uncategorized | o commenti

guardiamoci bene intorno …

guardiamoci bene intorno …

IMPARIAMO A GUARDARCI INTORNO, DAVANTI E DIETRO

Amore a prima vista! Anche io ci sono finito dentro. Una mirrorless, vista e comperata di corsa per sostituire la mia brava e validissima reflex. Che bello, mi sono detto. La <mirror> aveva un buon <appeal>.

Il mio insieme reflex pesava (corpo + ottica) – (765+565) 1330 gr.

La soluzione/mirrorless avrebbe avuto invece un peso minore: (440+ 490 = 930 gr.) e quindi più magro di 400 gr. –

Lo zoom della reflex era un 18/200. Io ho, difatti, bisogno di una focale tele/media. Ed il 200 mm di focale mi andava a misura. Avrei potuto far ricorso, qualora ne avessi avuto bisogno, alla estensione “1 x 1,3” consentitami dalla mia reflex, arrivando (200 x 1,3) così a 260 mm. Ne avevo quindi a sufficienza per le mie abitudini d’uso.

La mirrorless disponeva però di altri <plus>. E però la strategia della comunicazione marketing non metteva in corretta evidenza molti <minus>. Fesso io a non essermi documentato a sufficienza. Vediamo: consumo energetico elevato e, pertanto autonomia molto scarsa e tale da obbligare all’acquisto di un paio di batterie di riserva da tenere a portata di mano, ed un flashettino modesto fuori corredo. Avanti: il menu valeva quanto un test di intelligenza molto sofisticato. E, quindi, avveniva di frequente di dovere interrompere una seduta fotografica per smanettare (e smadonnare) nel manuale d’uso. Mi fermo qui. Io non parteggio per il colore o per il bianconero, meglio Nikon o meglio Canon, meglio il formato pieno o il mezzo formato, post/produzione sì o postproduzione no, è il fotografo o la fotocamera a fare la fotografia, ecc. in una annoiante sequela di interrogativi gratuiti. Ciascun fotografo ha esigenze del tutto proprie di comunicazione e di tecnica. Ora concludo con una sollecitazione (per quanto inutile) rivolta a chi commenta (blog, rivista fotografica, forum) questo o quel materiale, ad essere corretti e a non mettere in vetrina solo le positività, o solo le negatività, per compiacere questo o quel marchio. L’utilizzatore finale merita obiettività e rispetto.

Saluti e salute

Rispondi