Pubblicato da il 30 apr 2020 in Filippo Crea | o commenti

le verità assolute

le verità assolute

LE VERITA’ ASSOLUTE

Fanno ridere le VERITA’ ASSOLUTE omaggiate da illustri <esperti> opinionisti – VERITA’ ASSOLUTE che spesso cambiano di settimana in settimana.

Vediamone alcune:

*** il mercato delle fotocamere, secondo alcuni Istituti di Analisi di mercato, è: A) in crescita – B) in caduta libera.

Nossignori, le cose così raccontate sono scorrettezze strumentali.  Bisogna difatti distinguere tra mercato a <quantità> e mercato a <valore>. Sono due rilevazioni assolutamente diverse e da non proporre come VERITA’ ASSOLUTA a seconda della tifoseria che si vuole privilegiare. Detta in dialetto: nel 2015 ho venduto 9.500 delle mie fotocamere “Plasmonon” al prezzo unitario di 980 € – Ho portato quindi in cassa 9.319.000 eurini. L’anno successivo ho venduto 7.000 Plasmonon al prezzo unitario di 1.350 € – Ho quindi registrato in cassa 22.050.000 euro (avevo aumentato il prezzo perché avevo dotato la mia creatura di un tagliaunghie digitale) – E quindi ho realizzato: A) un incremento del 137 % a valore, oppure B) un decremento a quantità del 26 % – Deciderò io, poi, se esaltare l’una o l’altra rilevazione. Ma bisognerebbe essere onesti ed al Cliente raccontare le due verità, e non solo quella sola che ci conviene. O no?

*** Il signore delle VERITA’ ASSOLUTE racconta che le fotocamere più valide per i fotografi non solo quelle Full Frame perché al World Press Photo hanno vinto quelle del formato ridotto. Mi chiedo: è scorretto o meno concludere che il meglio o il peggio delle fotocamere sia quello espresso dal WPP, ed ignorare che il mercato reale non si riconosce necessariamente nel World Press Photo? Per caso, l’insieme delle fotocamere partecipanti al WPP è espressione di un giudizio inappellabile?

*** Da sfatare, dice il signore delle Verità Assolute, il mito che le reflex siano finite. Lo stesso signore, solo poco tempo fa, affermava che il futuro vincente sarebbe stato quello degli Smartphone/multifunzione, e dalle mirrorless. Ma sì, prima i Boss del marketing volevano fosse così, poi hanno corretto il tiro. E lo hanno corretto anche, e di corsa, certi opinionisti partigiani. E lo correggeranno ancora.

*** Fra le tante inesattezze leggo che i dati EXIIF sono una esclusiva degli apparecchi in alta risoluzione.  Vogliamo piantarla di raccontare baggianate improponibili? Io ho un sacco di fotografie partorite da fotocamere non blasonate, e non nobilitate dall’alta risoluzione, e tuttavia dotatissime degli stessi Exif di fotocamere di superiore valenza.

*** Concludo: certe verità formulate da opinionisti variamente accreditati, o sono il prodotto di una ignoranza diffusa, o sono al servizio di questo o di quel Padrino.

Buona giornata a tutti,

Rispondi