Pubblicato da il 21 giu 2018 in Filippo Crea | 2 commenti

lucia annunziata e la supremazia della fotografia

lucia annunziata e la supremazia della fotografia

Scrive Lucia Annunziata “La fotografia è il più potente strumento della nostra memoria collettiva. Più del filmato, che impressiona ma passa, e più delle parole troppo spesso divorate dalla cronaca. Una immagine fissa è invece lì, per sempre, e quando tutte le parole e le immagini televisive sono
già fuggite e dimenticate, sotto il cumulo di celluloide e carta, solo lei rimane. Riemerge nei momenti più impensabili, con una unicità che ne è la maggiore forza, incancellabile nella sua irreperibilità …”

2 Commenti

  1. Intanto la fotografia è un’immagine fissa che si ferma, appunto, molto meglio nella memoria. Ha un carattere simbolico molto più forte di un’immagine in movimento. Siamo bombardati da moltissime immagini, perciò la selezione di alcune diventa necessaria.
    Se si pensa agli eventi storici, in termini di icona, di immagine simbolo, è sempre una fotografia che resta, mai una ripresa televisiva.

    ….di Roberto Kock ….( e se non sai chi è cercalo sul web)

  2. “…incancellabile nella sua irreperibilità…”.

    La Signora Annunziata stava parlando seriamente, o stava abbandonandosi a lirismi ed iperboli?

Rispondi