Pubblicato da il 4 lug 2019 in A colloquio con la redazione | 1 commento

Perchè ancora i listini?

Perchè ancora i listini?

Gentilissimi, pur comprendendo le difficoltà per tenere aggiornato un listino, mi chiedo per quale motivo continuate a tenere aperte le pagine dei listini macchine e obiettivi, quando questi sono completamente inaffidabili, non solo per quanto riguarda i prezzi riportati che non corrispondono nemmeno a quelli indicati dagli Importatori, ma incompleti e forvianti nelle indicazioni. Potreste sicuramente rispondermi che comunque tutto lo si trova su internet, ma a questo punto, al fine di non forviare (nel senso buono ovviamente) chi li consulta per decidere un acquisto, è meglio eliminarli perché ripeto, assolutamente incompleta e inesatti.

Questa è la mia umile considerazione.

Mi occupo di fotografia dal 1968 e Vi seguo sin dal primo numero, quindi mi sento in diritto di porVi questa domanda, poco inerente alla fotografia stessa, ma perché ho piacere, quando acquisto un giornale che ritengo un punto di riferimento, trovare indicazioni le più precise possibili (pur comprendendo che ci sono limiti anche nell’aggiornare una qualsiasi cosa).

Distinti saluti.

Egidio Zuretti

1 Commento

  1. Buongiorno Egidio, innanzitutto grazie per averci scritto e per esserci così vicino da anni! Purtroppo i listini sono molto difficili da aggiornare, i corpi macchina sono in linea con l’offerta odierna (in quanto a modelli) delle aziende, mentre le ottiche presentano alcune lacune riguardanti i nuovi produttori che si affacciano sul mercato. I prezzi non sono e non possono essere in linea con i valori di mercato per varie ragioni: le offerte dei negozianti in alcuni casi sono decise da loro a seconda del periodo dell’anno e sono “a tempo”, alcune promozioni sono “lampo”..senza contare i vari cashback dei produttori; in un simile panorama non sarebbe possibile continuare a cambiare i prezzi vivi, anche perché per la stampa di una rivista ci sono dei tempi da rispettare e rischieremmo di pubblicare promozioni non più in essere. Per questo motivo la filosofia è sempre stata quella del “prezzo al momento del lancio”: così facendo si ha un’indicazione certa di quanto quello stesso prodotto si possa essere svalutato nel corso del tempo e quanto un’offerta possa essere allettante al giorno d’oggi (soprattutto su macchine di magari qualche anno fa). Non ci mettiamo invece a controllare i prezzi web, che solitamente non rispecchiano i listini delle aziende produttrici e spesso non contano le garanzie per gli acquirenti..senza contare che noi siamo sempre stati dalla parte dei negozianti. Le sue osservazioni sono corrette, di mio posso anticiparle che molto presto la sezione listini cambierà drasticamente e questi problemi non si ripresenteranno.

Rispondi