Pubblicato da il 14 dic 2016 in Francesco C. | 2 commenti

Relonch lancia il servizio di fotocamera “as a service”

Relonch lancia il servizio di fotocamera “as a service”

Novità nel panorama fotografico è il concetto di macchina fotografica come servizio. Per carità, nulla di male..forse. L’azienda Relonch per una quota forfettaria di 99 dollari al mese vi fornirà di: una macchina fotografia, un servizio di editing per gli scatti migliori e un album fotografico mensile che raccoglie i più belli.

Veniamo ai particolari..e agli intoppi. La macchina fotografica è una Samsung NX (modello ignoto, che probabilmente sarà una NX30 più che una NX1) “wrappata”, avvolta quindi da una copertura morbida, con obiettivo a focale fissa da 20mm f/2. Fino a qui nulla di male dato che, a prescindere dalle varie disquisizioni, la Samsung NX, per quanto morta prima di subito, al momento del lancio era un ottimo primo passo nel settore..e non dico per dire, dato che l’abbiamo provata a fondo. Il problema qui è..ma il display dov’è? E la pulsantiera? E lo slot SD?

Relonch si propone al mondo dei principianti. Che dico, probabilmente a chi non sarebbe in grado di scattare una foto ad un soggetto inanimato e immobile ma che comunque non vuole rinunciare ad avere dei bei ricordi. Esistono anche loro. Ma dovranno rinunciare a TUTTO. Non potranno rivedere lo scatto fatto, non potranno estrarre le foto dal corpo macchina e non avranno decisione sulle immagini scelte da modificare. Questo perché la macchina comunica tramite rete 4G con un software che riceve in modo automatico le foto e sceglie di sua sponte le migliori. Qui sotto il lato pratico.

E se avessi voluto il viraggio in bianco e nero? Amen. E se avessi voluto quella particolare foto? Amen. E perché dover aspettare il giorno dopo per ricevere gli scatti del giorno prima? Amen. E se..? E se avessi imparato a fotografare? Sarebbe stato meglio.

Questa proposta, benché “diversa” dalle altre, toglie tutto il divertimento. E se togliamo dalle nostre passioni anche il divertimento, cosa ci rimane? Poco nulla. In questo caso il ponte tra noi e il risultato è solo un pulsante di modalità automatica, nulla più. Nulla di cosa sia la fotografia.

Al lato pratico poi, con 1200 dollari al giorno d’oggi si compra una splendida macchina fotografica completa di ottica. Se la propria passione è la fotografia si deve pur cominciare in qualche modo, e comprarsi una macchina è l’unico modo giusto.

2 Commenti

  1. Ottima idea, se uno vuol imparare a fare belle foto deve provare a farle, deve imparare a sentire quella piccola emozione che dice Clic. Senza perdere tempo a ponderare le 50 possibilità di 1000 dollari ed un Kg di peso, e questa iniziativa, giustamente lo proibisce! Con la Panasonic di mia moglie spessa un cm e ½ mi vengono foto belle perché belle non per la tecnica, con la mia: priorità A o T? E via di questo passo.
    La post produzione fatta decentemente è difficile, tenere solo le migliori e stamparle in in album è fondamentale, la maggior parte degli attuali cliccatori di tutto ne dimentica per sempre migliaia in un disco rigido o in una nuvola Questa mi sembra una giusta strada per recuperarne alcuni e farli diventare fotografi.
    Un saluto Antonio

  2. Beh, è già buona che non gli danno un fotografo che va in giro dove vuole lui e fa le foto che vuole lui … magari un appassionato di discariche!

Rispondi