Pubblicato da il 23 apr 2018 in Francesco C., Immagini | o commenti

Sony World Photography Awards 2018, pioggia di premi per i fotografi italiani

Sony World Photography Awards 2018, pioggia di premi per i fotografi italiani

 

Tenutasi come di consueto all’Hilton Park Lane di Londra, la serata di gala dei Sony World Photography Awards ha visto il trionfo della fotografa britannica Alys Tomlison. Ma anche la consacrazione della fotografia italiana, con tre artisti che hanno ricevuto il primo premio in altrettante categorie.

DSC00847

Come ogni anno siamo stati alla premiazione dei Sony World Photography Awards, uno dei concorsi a più alta partecipazione ad ora in circolazione e che ogni anno continua a rinnovarsi. Si rinnova soprattutto nella qualità dei progetti presentati e dei fotografi premiati. A stupire sono anche e soprattutto i più giovani tramite il progetto scuole, che ogni anno affronta un tema differente e che ogni anno è più qualitativo del precedente. Questo è il primo aspetto agrodolce se vogliamo, in quanto la rappresentanza italiana in questo caso è sempre “non pervenuta”: ci sono molte scuole e corsi sul territorio che puntano alla fotografia, ma nessuno che abbia le certificazioni necessarie per partecipare a questo tipo di manifestazioni..e qui non si va solo “per la gloria”, ma per portarsi a casa un premio in attrezzature professionali per sviluppare nuovi progetti. Un’occasione che quest’anno è stata sfruttata da Samuel Bolduc, studente canadese.

©-Samuel-Bolduc,-Canada,-Student-Photographer-of-the-Year,-Student-Focus,-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Samuel-Bolduc,-Canada,-Student-Photographer-of-the-Year,-Student-Focus,-2018-Sony-World-Photography-Awards

La vincitrice assoluta dell’edizione 2018 è Alys Tomlison, britannica, con la serie Ex-voto, una rappresentazione del pellegrinaggio come percorso di scoperta e sacrificio a un potere superiore.

©-Alys-Tomlinson,-United-Kingdom,-Photographer-of-the-Year,-Professional,-Discovery,-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Alys-Tomlinson,-United-Kingdom,-Photographer-of-the-Year,-Professional,-Discovery,-2018-Sony-World-Photography-Awards

Alys Tomlison alla serata di premiazione dei Sony World Photography Awards 2018

Alys Tomlison alla serata di premiazione dei Sony World Photography Awards 2018

Torniamo a noi, perché gli aspetti più dolci in questa edizione del 2018 sono parecchi. E mi riferisco alla pioggia di premi, ben tre in altrettante categorie, ricevuti dagli artisti nostrani durante la serata di premiazione tenutasi a Londra. La partecipazione italiana è sempre stata molto elevata, ma mai come in questo 2018 sono fioccati i premi: nella categoria Natura a Roselena Ramistella, nella categoria Architettura a Gianmaria Gava e nella categoria Paesaggio a Luca Locatelli.

 

  • Natura e animali selvatici: Roselena Ramistella, Italia, Deep Land
©-Roselena-Ramistella,-Italy,-1st-Place,-Professional,-Natural-World-&-Wildlife-(2018-Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Roselena-Ramistella,-Italy,-1st-Place,-Professional,-Natural-World-&-Wildlife-(2018-Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

Roselena Ramistella

Roselena Ramistella

“Deep Land racconta un viaggio personale che ho intrapreso a maggio del 2016 e che è ancora in essere, volevo raccontare uno degli aspetti meno conosciuti della mia terra natia percorrendo gli antichi sentieri siciliani a dorso di mulo: partendo dai Nebrodi e attraversando le Madonie e i Peloritani fino ai Monti Sicani. A causa della crisi economica, molte persone sono tornate a vivere in campagna, specialmente i giovani, che hanno scelto di reagire a questo momento storico difficile tornando a lavorare la terra, a coltivare varietà locali e ad allevare il bestiame. Tutto questo ha dato nuovo impulso all’economia rurale”.

  • Architettura: Gianmaria Gava, Italia, Buildings
©-Gianmaria-Gava,-Italy,-1st-Place,-Professional,-Architecture-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Gianmaria-Gava,-Italy,-1st-Place,-Professional,-Architecture-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

Gianmaria Gava

Gianmaria Gava

“Ho cercato di mostrare il rapporto tra archittettura e geometria: se la prima è il linguaggio, la seconda ne è l’alfabeto. È un lavoro molto concettuale, un mix tra realtà e astrazione digitale che può essere uno spettro della nostra condizione sociale dato che anche noi viviamo in due aspetti, quello reale e virtuale. Ho tolto digitalmente tutti gli elementi strutturali di accesso, mi interessa la confusione che ciò crea nello spettatore.”

  • Paesaggio: Luca Locatelli, Italia, White Gold
©-Luca--Locatelli,-Italy,-1st-Place,-Professional,-Landscape-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Luca–Locatelli,-Italy,-1st-Place,-Professional,-Landscape-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

Luca Locatelli

Luca Locatelli

“Nella zona più ricca di marmo dell’Italia, le Alpi Apuane, l’abbondanza di questa materia prima (il marmo) è quasi surreale ma ultimamente il business è in crescita per via del boom di richieste dall’Arabia Saudita e dagli altri Stati del Golfo.  Ho mandato più di un progetto, uno dei quali è arrivato secondo al World Press Photo, ma è stato scelto questo.  Sono un po’ nerd, rispetto al concetto di storia che racconto la tecnologia moderna è fantastica e ben si adatta ad ogni tipo di progetto: per seguire questo lavoro per esempio ho utilizzato i droni, mi piace sperimentare nuovi prodotti.”

 

Ma chiaramente gli italiani non sono gli unici vincitori. Ecco di seguito le immagini premiate in ogni singola categoria:

  • Storia contemporanea: Fredrik Lerneryd, Svezia, Slum Ballet
©-Fredrik-Lerneryd,-Sweden,-1st-Place,-Professional,-Contemporary-Issues-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Fredrik-Lerneryd,-Sweden,-1st-Place,-Professional,-Contemporary-Issues-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

  • Fotografia creativa: Florian Ruiz, Francia, The White Contamination
©-Florian-Ruiz,-France,-1st-Place,-Professional,-Creative-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Florian-Ruiz,-France,-1st-Place,-Professional,-Creative-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

  • Attualità: Mohd Samsul Mohd Said, Malesia, Life Inside the Refugee Camp
©-Mohd-Samsul--Mohd-Said-,-Malaysia,-1st-Place,-Professional,-Current-Affairs-&-News-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Mohd-Samsul–Mohd-Said-,-Malaysia,-1st-Place,-Professional,-Current-Affairs-&-News-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

  • Ritratto: Tom Oldham, Regno Unito, The Last of the Crooners
©-Tom-Oldham,-United-Kingdom,-1st-Place,-Professional,-Portraiture-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Tom-Oldham,-United-Kingdom,-1st-Place,-Professional,-Portraiture-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

  • Sport: Balazs Gardi, Ungheria, Buzkashi
©-Balazs-Gardi,-Hungary,-1st-Place,-Professional,-Sport-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Balazs-Gardi,-Hungary,-1st-Place,-Professional,-Sport-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

  • Natura morta: Edgar Martins, Portogallo, Siloquies and Soliloquies on Death, Life and Other Interludes
©-Edgar-Martins,-Portugal,-1st-Place,-Professional,-Still-Life-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

©-Edgar-Martins,-Portugal,-1st-Place,-Professional,-Still-Life-(Professional-competition),-2018-Sony-World-Photography-Awards

0 Commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. Sony World Photography Awards 2018: Alys Tomlison è la fotografa dell'anno | Andrea Corsi Photography - Personal Portfolio Site - [...] Abbiamo pubblicato tutte le foto ed un estratto delle interviste ai vincitori italiani sul nostro blog. [...]

Rispondi