Pubblicato da il 6 dic 2018 in Filippo Crea | o commenti

Spingiamo noi il carro …

Spingiamo noi il carro …

Piano strategico di sviluppo della Fotografia in Italia – per gli anni 2018-2022
formalizzato dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo
—————————————
Ho appena finito di sfogliarlo:
*** Si tratta di 124 pagine in PDF ed è suddiviso in centinaia di Capitoli, Capoversi, Codicilli.
Mi limito, nell’interesse dei lettori a citare pochissimi passaggi:
== Sovvenzioni ad Associazioni Culturali no profit in Italia
== Sovvenzioni all’Editoria di settore
== Sovvenzioni per la realizzazione di Manifestazioni Culturali nel campo della fotografia in Italia
== Educazione all’immagine nelle scuole dell’infanzia e dell’istruzione primaria e secondaria
E fin qui ce ne è già abbastanza per ridere o piangere. A piacimento.
== Ben 16 (sedici) pagine sono dedicate (ciascuna con 35-40 nominativi) alla elencazione di coloro i quali (poco importa se interessati o meno da competenze specifiche) saranno chiamati a “chiacchierare” in saporite ed acculturatissime Tavole Rotonde, Seminari, e robe del genere.
== Auguri dunque alla Fotografia Italiana fintamente coinvolta in un Piano Strategico ricchissimo di astronomiche dichiarazioni di intenti, ma a livello zero in fatto di proposte concrete.
== Tutta roba buona per compiacere facili appetiti e soddisfare anemiche vanità personali.
== Rimbocchiamoci le maniche, e spingiamo a mano il carro.

Rispondi